Ordini professionali o corporazioni delle arti e mestieri e Gilde medievali?

Scritto da 


- Cosa pensa degli Ordini professionali, Dottore?
- Che preferisco le corporazioni delle arti e mestieri, o Gilde medievali.

- In che senso scusi?
- Per l'ammissione alle Gilde si richiedeva un nome immacolato e una nascita onorevole; si tenevano lontani i non-liberi. In queste associazioni professionali era poi caratteristico il senso dell'Onore, la purezza e l'impersonalità nel lavoro, quasi come secondo i principi ari della bhakati e del nishkama-karma: ognuno accudiva silenziosamente alla propria opera,mettendo da parte la propria persona, ma pure da essere attivo e libero - e questo era un aspetto di grande anonimato proprio al Medioevo così come ad ogni altra grande civiltà tradizionale. Inoltre si teneva lontano tutto ciò che potesse generare illecita concorrenza o monopolio e che comunque alterasse col fattore economico la "purità dell'Arte": l'onore della propria Gilda e l'orgoglio per l'attività che la definiva costituivano le salde, immateriali basi di queste organizzazioni. Vi era altresì la trasmissione, se non di una iniziazione vera e propria, almeno di una "tradizione interna" dell'arte, custodita come cosa sacra e segreta - arcanum magisterium - benché trasparisse tra tanti dettagli e regole ricche di elementi simbolici. L'introduzione ai segreti di un'arte non corrispondeva al semplice insegnamento empirico o razionalizzato dei contemporanei. L'elemento che più contava in una scienza era quello anagogico, cioè il potere di "condurre in alto", virtualmente presente nella conoscenza relativa ad un dato dominio della realtà. E' l'elemento che manca in tutto e per tutto nelle scienze attuali. Queste, in realtà, possono agire e hanno agito proprio nel senso opposto: la concezione del mondo da cui partono e su cui si fondano è tale da influire in senso dissolutore e negativo sull'interiorità umana. Detto altrimenti, è tale da trarre in basso.

Marco Inghilleri

Psicologo Psicoterapeuta Sessuologo

Sono psicologo, psicoterapeuta sessuologo . Laureato presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Padova e iscritto all’Ordine degli Psicologi del Veneto.  Attualmente sono il direttore di InterattivaMente: Centro di Psicologia giuridica - Sessuologia clinica - Psicoterapia di Padova. Opero prevalentemente in ambito psicoterapeutico, in qualità di libero professionista. Mi occupo del trattamento di problemi quali: ansiafobie, attacchi di panicodepressionedisturbiossessivo-compulsividisagio esistenziale, disturbi psicosomatici e dismorfobiaLe ulteriori aree di consulenza e trattamento riguardano le problematiche della sessualità e dei disturbi sessual. 

Contattami al telefono per informazioni. cell. 349.8632076

Vai al curriculum completo di Marco Inghilleri >

 

Chi Siamo

Logo centro sessuologia e psicologia interattivamente
Presso il Centro di Psicologia Giuridica – Sessuologia Clinica – Psicoterapia di Padova ricevono i seguenti professionisti... 
Scopri Chi Siamo

Contatti

Per prendere appuntamento o per ricevere informazioni è possibile chiamare direttamente il Responsabile dell'area Consulenza Psicologica.

  • Telefono: 349.8632076

Google +

Dove Siamo

mappas
Il Centro Interattivamente si trova in Galleria Giovanni Berchet, 4  – 35131 Padova.
Scopri dove siamo

Sei qui: Home Il blog Ordini professionali o corporazioni delle arti e mestieri e Gilde medievali?