Dott. Alberto Mascena

psicologo-psicoterapeuta-dr-mascenaChi sono

Sono psicologo, specializzando in psicoterapia sistemico relazionale, iscritto all’albo degli psicologi del Veneto con il n. 8933.

Mi sono laureato presso l’Università degli Studi di Catania in scienze e tecniche psicologiche, e presso l’Università degli Studi di Padova in Psicologia Sociale, facoltà in cui ho sviluppato gli interessi che attualmente animano la mia ricerca e la mia professione:  l’etnospicologia, il fenomeno migratorio e la psicologia clinica e sociale.

Attualmente sono Ph.d in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Bergamo in cui sto sviluppando una ricerca sulle dinamiche relazionali nelle coppie e famiglie interculturali (miste), intese come realtà cruciali della società odierna.

Ho maturato diverse esperienze di lavoro e di ricerca in Africa (Senegal e Togo), collaborando con il F.I.S.P.P.A. (Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata. Responsabile scientifico: prof. Adriano Zamperini). Le ricerche avevano come obiettivo l’esplorazione delle dinamiche psico-sociali (familiari, economiche, culturali) connesse all’idea di emigrare in Italia.

Sono membro del comitato editoriale della collana “Generi, culture e sessualità” della “Franco Angeli”.

Sono specializzando in psicoterapia ad orientamento sistemico relazionale presso “E.I.S.T.” (European Insitute of Systemic-relational Therapies. Direttore scientifico: prof.ssa Valeria Ugazio)

Cosa faccio

L’approccio psicologico che utilizzo è rivolto al singolo, alla coppia e alla famiglia.

Il modello adottato è di stampo sistemico-relazionale ad orientamento costruzionista. Più precisamente, faccio riferimento alla “teoria delle polarità semantiche familiari” (Ugazio 1998; 2012), con cui si pone attenzione al gruppo sociale entro cui l’individuo è inserito (famiglia, contesti lavorativi, comunità allargata, ecc.) e alla particolare posizione e/o ruolo da lui occupato. In quest’ottica “l’individuo senza le relazioni è come un pesce senza l’acqua”.

Nel mio lavoro tale approccio è declinato in ottica etnopsicologica. Ciò permette di praticare un tipo di psicologia aderente anche alle esigenze e peculiarità di tutte quelle persone provenienti da contesti nazionali e culturali “Altri” rispetto a quello italiano.

Mi occupo principalmente di problematiche legate allo spettro:

  •  Fobico (ansia; fobie specifiche, attacchi di panico, claustrofobia, agorafobia);
  •  ossessivo (pensieri ricorsivi, ruminazione e rimuginio, comportamenti compulsivi);
  • alimentare (anoressia e bulimia);
  • depressivo.

Dal punto di vista etnopsicologico, oltre alle problematiche  sopra esposte, mi occupo di:

  • Disagio psicologico della persona e della famiglia migrante:(shock biografico-culturale, disturbi “sacri”, problematiche legate al pregiudizio e all’esclusione sociale, rapporti con la famiglia d’origine, inserimento sociale e lavorativo, rapporti con i figli “italiani”, dinamiche nostalgiche rispetto al paese d’origine, disagio esistenziale, altro);
  •  problematiche relazionali nella coppia e famiglia “interculturale” (mista): (armonia-disarmonia di coppia, rapporti con le rispettive famiglie d’origine, shock biografico-culturale, difficoltà di inserimento sociale e lavorativo, relazione genitori-figli, altro);
  • dinamiche psico-sociali e organizzative (difficoltà scolastiche dei giovani migranti o figli di coppie interculturali (miste), dispersione scolastica, conflittualità tra studenti italiani e stranieri, difficoltà psico-pedagogiche dei docenti nelle pratiche educative e di insegnamento, altro).

Grande attenzione è riservata all’armonia-disarmonia di coppia e al rapporto con i figli nelle famiglie “interculturali”, soggetti a un processo di socializzazione primaria in cui risuonano universi culturali differenti, che non per questo rimangono necessariamente distanti.

Il modello adottato è sensibile e aperto ad altre pratiche di cura proprie del paese d’origine della persona migrante (ascrivibili all’opera di Sciamani, Marabutti, Imam, ecc..), nella credenza che il lavoro psicologico sia un modo per ampliare, insieme alla persona, la rete di significati con cui “pescare” nel mare della vita, che, alle volte, può essere burrascoso. Tali significati sono strettamente connessi all’universo culturale, sociale, gruppale e individuale della persona con la quale ci si confronta.

Inoltre, grazie ad una partnership tra il centro “Interattivamente” e l'associazione “A.I.C.E.F.M.”, offro un servizio gratuito di counseling psicologico rivolto alle coppie e alle famiglie interculturali (miste) che sentono l’esigenza di compiere un percorso di crescita e cambiamento.

Pubblicazioni

Zamperini, A., Mascena, A.,  (2015) “Dal Paese d'arrivo al Paese di partenza: un'indagine etnografica sulla migrazione dal Togo all'Italia” (paper in fase di pubblicazione).

Zamperini, A., Mascena, A., (2015) “Studiare da italiani per aver successo in Italia: un'indagine con studenti togolesi” (paper in preparazione).

Chi Siamo

intera
Presso il Centro di Psicologia Giuridica – Sessuologia Clinica – Psicoterapia di Padova ricevono i seguenti professionisti... 
Scopri Chi Siamo

Contatti

Per prendere appuntamento o per ricevere informazioni è possibile chiamare direttamente il Responsabile dell'area Consulenza Psicologica.

  • Telefono: 349.8632076

Google +

Dove Siamo

mappas
Il Centro Interattivamente si trova in Via Carlo Rezzonico, 22 – 35131 Padova.
Scopri dove siamo

Sei qui: Home Equipe Dr. Alberto Mascena