Disturbi dell'umore

 DEPRESSIONE

 

Il limite di ogni dolore è un dolore più grande

(E.M. Cioran)

 

La caratteristica essenziale del disturbo depressivo è costituta dalla presenza di una depressione dell'umore o dalla perdita d’interesse o piacere per quasi tutte le attività. L'umore viene spesso descritto come depresso, triste, senza speranza, scoraggiato o "giù di corda". Alcuni individui lamentano di sentirsi "spenti", di non avere sentimenti, o di sentirsi ansiosi, ma la presenza dell'umore depresso può essere dedotta dalla mimica e dal comportamento. Alcuni enfatizzano le lamentele somatiche (es. dolori), piuttosto che riferire sentimenti di tristezza, mentre altri riportano un aumento dell'irritabilità (es. rabbia persistente, tendenza a rispondere agli eventi con scoppi d’ira o a prendersela con gli altri, un esagerato senso di frustrazione di fronte a cose di poco conto).

L'insonnia è il disturbo del sonno più comunemente riscontrato. Gli individui presentano tipicamente insonnia centrale (risvegli durante la notte con difficoltà a riprendere sonno) o insonnia terminale (risveglio precoce con incapacità di riprendere sonno). Si può anche verificare insonnia iniziale (difficoltà nell'addormentamento). Meno frequente è invece l’eccesso di sonno, sotto forma di prolungamento del sonno notturno o di aumento del sonno durante il giorno.

Le alterazioni psicomotorie includono agitazione o rallentamento. Sono comuni altri sintomi quali: riduzione dell'energia, astenia, affaticabilità. La persona può riferire una continua stanchezza in mancanza di attività fisica. Anche i più piccoli compiti, sembrano richiedere uno sforzo considerevole. Può essere altresì ridotta l'efficienza nello svolgimento di piccole incombenze quotidiane (es. mantenere l’igiene personale). Il senso di svalutazione o colpa può includere valutazioni negative irrealistiche circa il proprio valore o rimuginazioni su piccoli errori passati. Spesso gli eventi quotidiani neutri o insignificanti vengono interpretati come riprova della presenza di difetti personali: lettura che attiva un esagerato sentimento di responsabilità riguardo ad eventi sfavorevoli. Il rimproverarsi di essere malati e di non riuscire ad assumersi responsabilità lavorative o interpersonali come conseguenza della depressione è molto comune.

Molti individui riferiscono una compromissione della capacità di pensare, di concentrarsi o di prendere decisioni. Possono apparire facilmente distraibili o lamentarsi di disturbi della memoria. Coloro che hanno compiti accademici o lavorativi che richiedono un significativo impegno intellettivo sono spesso incapaci di funzionare in modo adeguato, anche nel caso in cui abbiano lievi problemi di concentrazione.

Possono essere presenti pensieri di morte, ideazione suicidaria o tentativi di suicidio. Questi pensieri variano dalla convinzione che gli altri starebbero meglio se la persona fosse morta, a pensieri transitori ma ricorrenti di suicidarsi, a piani effettivi specifici per compiere suicidio. La frequenza, l'intensità e la letalità di questi pensieri possono essere piuttosto variabili. Le motivazioni possono includere il desiderio di rinunciare a fronteggiare ostacoli percepiti come insormontabili o un intenso desiderio di porre fine ad uno stato emotivo estremamente doloroso che viene percepito come interminabile.

 

DISTURBO CICLOTIMICO

 

Ogni uomo è due uomini: l’uno è desto nelle tenebre, l’altro dorme nella luce

(K. Gibran)

 

La caratteristica essenziale del disturbo ciclotimico è rappresentata da un'alterazione dell'umore cronica, fluttuante, con numerosi periodi con sintomi ipomaniacali e numerosi periodi con sintomi depressivi. Durante un periodo di due anni gli intervalli liberi da sintomi non durano più di due mesi. Sebbene alcune persone possano funzionare particolarmente bene durante i periodi di ipomania, in generale sperimentano un significativo disagio o una compromissione del funzionamento sociale, lavorativo o di altre aree importanti come conseguenza dell'alterazione dell'umore. La compromissione può svilupparsi come risultato di periodi prolungati di variazioni cicliche dell'umore, spesso imprevedibili (es. la persona può essere considerata lunatica, incoerente o inaffidabile).

 

 

 

 

 

 

Chi Siamo

intera
Presso il Centro di Psicologia Giuridica – Sessuologia Clinica – Psicoterapia di Padova ricevono i seguenti professionisti... 
Scopri Chi Siamo

Contatti

Per prendere appuntamento o per ricevere informazioni è possibile chiamare direttamente il Responsabile dell'area Consulenza Psicologica.

  • Telefono: 349.8632076

Google +

Dove Siamo

mappas
Il Centro Interattivamente si trova in Via Carlo Rezzonico, 22 – 35131 Padova.
Scopri dove siamo

Sei qui: Home Psicologia clinica Aree di interesse clinico Disturbi dell'umore